In Svezia lavorare 6 ore al giorno ha reso tutti più felici

E il bello è che lavorare meno, aumenta anche la produttività!

Più Popolare

Per due anni in Svezia l'orario di lavoro di sei ore al giorno è stato la normalità. Una piccola rivoluzione accaduta a Göteborg, che ha reso tutti felici: lavoratori e imprenditori. Partita nel 2015 nella città svedese in via sperimentale per 24 mesi, l'iniziativa era stata accolta fin da subito piuttosto bene dai lavoratori. Il che non pare sorprendente, visto che si trattava di stare in ufficio per meno tempo ma a stipendio pieno.

Advertisement - Continue Reading Below

Tra le prime a sperimentare la nuova formula, alcune infermiere della casa di riposo Svartedalens hanno iniziato a lavorare meno da febbraio 2015. Ebbene, a due anni di distanza, si è visto che la riduzione del monte orario giornaliero ha avuto un impatto positivo sia sul livello delle cure infermieristiche prestate, sia sulla salute delle stesse lavoratrici.

Una volta concluso l'esperimento, adattarsi a tornare al normale turno di lavoro di otto ore è stato difficile, ha ammesso una di loro, Emilie Telander, 26 anni, nel corso di un'intervista alla Bbc. «Sono molto più stanca di quanto non mi sentissi prima», ha detto. «Durante questi due anni tutto il personale aveva più energia. Io stessa mi sono resa conto che eravamo più felici».

Più Popolare

Lise-Lotte Pettersson, 41 anni, assistente infermiera sempre a Svartedalens, ha confessato che l'orario più breve ha contribuito a incrementare il suo livello di produttività. «Prima esaurivo ogni energia al lavoro», ha raccontato al Guardian. «Tornavo a casa e subito mi schiantavo sul divano. Lavorando due ore di meno, invece, mi sono sentita più vigile e attiva non solo in clinica, ma anche nella vita familiare».

In attesa dei risultati completi di uno studio che ha monitorato i lavoratori durante tutti i due anni, i dati iniziali sembrano confermare i commenti delle infermiere. Nei primi 18 mesi dell'applicazione del nuovo orario, si sono registrate meno assenze per malattia e i partecipanti all'esperimento hanno dichiarato di sentirsi più in salute. Anche la loro produttività si è impennata, con un aumento dell'85% delle attività organizzate per i pazienti.

Tuttavia, il progetto è anche stato oggetto di critiche: si è infatti concluso a causa dell'enorme onere finanziario che ha comportato. Secondo diversi report sarebbe costato alla città circa 12 milioni di corone (circa 1.269.360 euro). «Possiamo estendere una tale iniziativa sull'intero territorio comunale? La risposta è no, sarebbe troppo costoso», ha affermato alla BBC Daniel Bernmar, un consigliere del partito della sinistra.

Tuttavia, Bernmar ha anche aggiunto che i benefit sociali dell'orario ridotto non dovrebbero essere ignorati: «Questa innovazione merita di essere messa all'ordine del giorno nel dibattito sul lavoro in Svezia, ma anche in Europa: è affascinante. Negli ultimi 10, 15 anni c'è stata moltissima pressione per spingere le persone a lavorare più ore, ma i risultati del nostro esperimento vanno nella direzione opposta».

Sebbene non tutti i settori abbiano le caratteristiche necessarie per adottare la giornata lavorativa di sei ore, sulla scia di Göteborg altri comuni svedesi hanno iniziato ad applicare formule a orario ridotto, finanziate a livello locale, principalmente per professioni ad alto rischio di burnout. Al momento, non sembra che la riduzione dell'orario lavorativo stia per ottenere in Svezia il via libera a livello nazionale, ma un esperimento come questo, che mira a migliorare l'equilibrio tra vita e lavoro, merita di sicuro di essere ulteriormente perseguito.

Da: Cosmopolitan
La scrivania volante: Se hai la passione per i viaggi trovare lavoro è più facile
CosmoJob
CONDIVIDI
Viaggiare per il mondo fa di te la candidata ideale per qualsiasi lavoro
Lo dice una ricerca: se sei in cerca di una scusa per partire di nuovo, eccoti servita
La scrivania volante: aria condizionata al lavoro come  fare con i colleghi
CosmoJob
CONDIVIDI
Come sopravvivere alla guerra dell'aria condizionata e lavorare felice
E no, mettersi d'accordo con i colleghi sul clima in ufficio non è facile (e se fa troppo freddo potresti essere meno produttiva)
La scrivania volante
CosmoJob
CONDIVIDI
Ottenere il riscatto gratuito della laurea non sarà facile, ma vale la pena provarci
Come funziona il riscatto della laurea e perché la campagna social #riscattalaurea ha così successo
Ragazza con il ventilatore in ufficio
CosmoJob
CONDIVIDI
Al lavoro si muore dal caldo? Ecco quali sono i tuoi diritti
E no, presentarti in bikini non è il caso
Una ragazza scrive
CosmoJob
CONDIVIDI
4 tips per rivedere il tuo curriculum in estate (sì è il momento migliore per farlo)
Sei pronta a fare un bel restyling del tuo cv?
Vuoi guadagnare di più? Scegli la città giusta per il tuo prossimo lavoro
CosmoJob
CONDIVIDI
Vuoi guadagnare di più? Scegli la città giusta per il tuo prossimo lavoro
Per esempio, a Milano gli stipendi sono più ricchi che a Torino. E Berlino è meglio di Londra
elle active 2017
CosmoJob
CONDIVIDI
Dai una svolta alla tua carriera con i consigli di ELLE ACTIVE!
Segnati in agenda questo appuntamento, l'11 e 12 novembre si parla di empowerment femminile e lavoro
CosmoJob
CONDIVIDI
L'arma segreta per fare carriera.... sono le tue amiche!
Certo, saresti capace di cavartela anche da sola… ma sapere di poter contare sulle proprie BF di sempre rende tutto molto più divertente
lavorare su una nave da crociera
CosmoJob
CONDIVIDI
Vuoi lavorare sulle navi da crociera? Candidati da dj o pasticcera (ma non come cameriera)
E sì, potrebbe anche essere un lavoro divertente che non farai mai più...
due ragazze e un ragazzo fanno gli animatori
CosmoJob
CONDIVIDI
I lavori perfetti se vuoi sentirti sempre in vacanza
Così non ti sembrerà neanche di lavorare!