14 momenti in cui essere single non è un vantaggio

A volte la tua singletudine ti diverte un sacco. In altre situazioni invece, la senti come un peso: durante pranzi di Natale per esempio. Oppure quando trovi un ragno in casa... hai presente, no?

Più Popolare

Hai accettato il fatto di essere single. Anzi, meglio: ti piace proprio! Ami la tua vita e i suoi vantaggi (tipo: non devi dividere il letto con nessuno! Puoi regolare il termostato alla temperatura che vuoi!). Ci sono però nella vita delle situazioni(o delle cose o delle persone) che sembrano esistere solo ed esclusivamente per ricordarti del tuo stato. Dopo ciascuna di queste infatti, ti ritrovi a dire a te stessa: «C*** è vero, sono single!». 

Advertisement - Continue Reading Below

1. Essere invitata a un matrimonio con la possibilità di portare un accompagnatore. Invece vorresti rispondere: «Ehm, posso portare con me una bottiglia di prosecco?». Non ti dispiace andare ai matrimoni da sola, davvero. Ma dover rispondere alla sposa che il buffet te lo godrai da sola, così come probabilmente morirai (da sola), ogni volta fa sembrare la cosa più probabile. E fa male.

2. Il lancio del bouquet. Già che siamo in argomento matrimonio, ma perché il bouquet dev'essere lanciato sempre sulle note di Single Ladies di Beyoncé? Prima ti piaceva quella canzone. Ma ora, non appena parte, la pista si apre come le acque del mar Rosso e tutti si girano a guardare te, la solitaria single lady che probabilmente nemmeno questa volta prenderà il bouquet.

Più Popolare

3. Quando la tua migliore amica si fidanza. NOOO! Addio amica dei venerdì sera in disco, dei brunch del sabato pomeriggio, degli aperitivi della domenica. È stato bello finché è durato.

4. La dispensa della tua cucina. In pratica è una specie di torre di Pisa fatta di scatolette di tonno e bottiglie di vino impilate l'una sull'altra. E il tuo frigo è pieno di rimasugli degli ultimi takeaway, di cui non ti liberi perché non vuoi che i tuoi elettrodomestici abbiano la stessa aria solitaria e desolata della tua vita sentimentale.

5. Le ricette per due porzioni.  Di tanto in tanto capita che tu decida di cucinare davvero, ma ogni ricetta è pensata per due persone: te e il fidanzato che non hai. Ma perché, accidenti, perché? È così difficile scrivere ricette con gli ingredienti per una singola persona, in modo da non essere ridicolizzate pure dal risotto agli asparagi? L'unico aspetto positivo della faccenda è che ti ritrovi la cena pronta anche per il resto della settimana. Tanto, diciamo la verità, non avevi altri programmi.

6. Quando pure quell'amica di FB di cui non ricordi nemmeno il nome si fidanza prima di te. Un nuovo giorno, una nuova notifica di Facebook che avverte che tutti, tranne te, sono felicemente impegnati. O sposati. O stanno per avere il quinto figlio.

7. Più o meno tutte le vacanze. San Valentino è uno strazio per ovvi motivi. Ma anche Natale e Pasqua sono piuttosto divertenti se non hai nessuno da portare ai pranzi di famiglia: così i tuoi ti mettono a dormire nel letto a castello della camera "dei piccoli" per lasciare le stanze più grandi alle altre coppie feliiiiici. Ma tu sei felice per tutti! Davvero! Solo che su quel letto si dorme malissimo.

8. Dover indicare sui moduli un contatto per le emergenze. Uhm, vediamo: c'è quel ragazzo che hai conosciuto su Tinder con il quale ti stai smessaggiando. Oppure la tua migliore amica che ora è sposata e incinta. O forse dovresti scrivere per la cinquantesima volta il nome di tua madre. Che palle, l'unica cosa che vuoi è iscriverti al corso di arrampicata!

9. Tua madre. Adora impicciarsi dei fatti tuoi e ancora di più ricordarti quanto le piacerebbe avere dei nipotini. Dice cose tipo: «Non vivrò per sempre, lo sai?» e «Quando avevo la tua età ero già sposata con due bambini!». Quando ti capita di sentirti bene nella tua singletudine, mi raccomando, non andare a trovare i tuoi.

10. Le vacanze di famiglia. I tuoi fratelli portano tutti i loro compagni/e, ma tu navighi in solitaria sul sedile di mezzo, tra un bambino che continua a piangere e un anziano che continua a russare. I tuoi genitori ti incoraggiano sempre a portare un amico o un'amica, ma tu gentilmente declini l'invito perché non hai bisogno della loro compassione.

11. Quando trovi uno scarafaggio o qualcosa del genere nel tuo appartamento. L'unica persona che può occuparsene sei tu. Lo stesso vale per il lavandino intasato e lo scarico del bagno che non scarica più. Sei da sola.

12. L'autunno. Con tutte le sagre, la vendemmia, la raccolta delle mele e le nuove serie tv che iniziano (occasioni ideali per raggomitolarsi in due sul divano), l'autunno è una stagione perfetta per le coppie. Ma questo non vuol dire che te ne starai chiusa in casa a fare in broncio. No, no: passerai il tempo a rifinire il tuo favoloso costume da Harley Quinn che indosserai ad Halloween per fare apparire ridicoli i loro costumi di coppia.

13. Abiti che è difficile da indossare da sole. Vestiti con le zip sulla schiena. Stivali superaderenti. Questa roba è troppo difficile da mettere e togliere da sola, quindi alla fine rinunci e finisci con l'indossare qualcos'altro.

14. Appuntamenti da brivido. Finalmente decidi di uscire con qualcuno... solo per accorgerti che staresti molto meglio accoccolata da sola sul divano con la copertina della Sirenetta a guardare la tua serie tv preferita con un bicchiere di rosé e una ciotola gigante di hummus, piuttosto che ascoltare ancora questo tizio che parla di sé. Essere single è decisamente meglio, se questa è l'alternativa!

Da: Cosmopolitan
ragazza che balla
Lifecoach
CONDIVIDI
Perché ballare è la cosa migliore che puoi fare per cambiare la tua vita
Avrai un lato B come J.Lo
facebook strumenti per la prevenzione dei suicidi
Lifecoach
CONDIVIDI
Facebook amplia il Safety Center con la nuova sezione prevenzione suicidi. Ecco cosa puoi fare
In occasione del World Suicide Prevention Day, Facebook ha parlato ai suoi utenti degli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma,...
La scrivania volante
Lifecoach
CONDIVIDI
Come capire se uno stage è una fregatura o un'opportunità?
Il primo segnale che non si tratta di un vero tirocinio è quando non hai nulla da imparare (e il rimborso spese è ridicolo)
Lifecoach
CONDIVIDI
Nel mondo dei fumetti c'è spazio per le donne. Parola di Cinzia Leone
Il mondo del fumetto è sempre più femminile. Lo rivela Cinzia Leone, una delle prime autrici di graphic novel donne in Italia
La scrivania volante
CosmoJob
CONDIVIDI
Se sei vittima di stalking sul luogo di lavoro puoi chiedere il licenziamento del tuo molestatore
Lo dice un accordo siglato tra le imprese e i sindacati: ecco come funziona
Ragazza inseguita da un molestatore seriale
Lifecoach
CONDIVIDI
Gli stalker ora possono restare impuniti, basta che paghino: cosa succede
È colpa di una grave svista in una nuova legge: facciamo sentire la nostra voce perché venga cambiata
Lifecoach
CONDIVIDI
50 cose che devi fare quando arriva l'autunno
Riordina le foto dell'estate e comincia a pensare al prossimo viaggio. Senza scordarti un po' di mindfulness.
CosmoJob
CONDIVIDI
Come farsi trovare dai recruiter (i migliori sulla piazza, ovvio)
Vuoi distinguerti dalla massa dei potenziali candidati ideali per il lavoro dei tuoi sogni? Ecco le dritte per far brillare i tuoi talenti...
Una ragazza stesa sul letto guarda lo smartphone
Lifecoach
CONDIVIDI
Vivo ancora con mamma e papà. E a loro scrivo questa lettera
La beauty editor di Cosmo Uk, Luara Capon, 29 anni, è tornata a vivere con i genitori. E per spiegare le proprie ragioni ha scritto una...
Un salvadanaio e una calcolatrice
Lifecoach
CONDIVIDI
Il bigino delle cose da fare se hai troppi debiti
Se esageri con le rate qui trovi i consigli per affrontarle