Ho fatto sesso col mio coinquilino ma non è stata una buona idea

Se vuoi evitare di doverti trovare in tutta fretta un nuovo alloggio, metti in nota: niente sesso con il tuo coinquilino. Leggi qui l'esperienza di una Cosmogirl e le sue dritte​

Più Popolare

Ho sbattuto il pugno sulla porta. Da dentro sentivo una voce femminile che ridacchiava. «Ci sei, Silvio?», gridavo furiosa. L'ho sentito che faceva «sssht» a quella ragazza misteriosa. Oh, cavolo no, ricordo di aver pensato prima di rompere, in un attacco d'ira, la porta di legno della sua camera. La serata è finita con la tipa che scappava in lacrime e Silvio che andava a dormire a casa di un amico. Come ho fatto a infilarmi in una situazione così? Silvio e io eravamo coinquilini, ma ci è voluto poco perché diventassimo qualcosa di più. Ci eravamo già lasciati due volte, decidendo di rimanere solo roommate (avevo rotto con lui dopo che avevo sentito che era interessato a un'altra). In salotto c'era la festa di compleanno dell'altra ragazza che viveva con noi. Io ero appena arrivata e avevo notato sguardi di imbarazzo. 

Advertisement - Continue Reading Below

«Che c'è?», chiesi. Gli occhi di tutti sembravano evitare la porta di Silvio, che era chiusa. È a quel punto che il mondo si è fermato. «È dentro con chi?», domandai urlando. Andai fuori di testa. Come aveva potuto portare una tipa in camera durante una festa sapendo che c'ero anch'io? Come aveva osato far entrare un'altra in casa nostra? Davanti ai miei occhi? Cosa aveva lei che io non avevo? Silvio come aveva potuto essere tanto indelicato? 

Più Popolare

Quando ci siamo incontrati la prima volta al giornale studentesco dell'università, ho pensato che Silvio fosse un genio, oltre che un tipo incredibilmente carino. Poi abbiamo preso una casa in affitto insieme, immaginando che i nostri interessi comuni, tra cui la scrittura, avrebbero permesso di creare un ambiente domestico rilassato. 

Quando, poco tempo dopo, abbiamo iniziato a fare sesso, abbiamo discusso se non sarebbe stato meglio che uno dei due andasse ad abitare altrove. Alla fine però abbiamo deciso che non era un problema se ogni tanto ci facevamo compagnia anche sotto le lenzuola: eravamo due idioti! 

Abbiamo passato i due anni seguenti ad andare a letto insieme di tanto in tanto, mentre la vita in casa diventava un inferno. Per un po' è stato bello avere accanto una persona da baciare e coccolare. Niente lunghi viaggi in treno da affrontare per poterci vedere. Non dovevamo litigare per decidere chi si sarebbe fermato a dormire a casa di chi. 

Il sesso era lì, disponibile e in abbondanza. Giocavamo a fare la famiglia, cucinavamo l'uno per l'altra, e guardavamo i film insieme sul divano. Non ci è voluto molto, però, prima che iniziassimo a litigare. Dato che vivevamo insieme, il nostro rapporto è arrivato immediatamente al punto in cui si sta insieme davvero o ci si lascia: dentro o fuori. 

Era una situazione carica di emotività, e non poteva essere altrimenti. «Il fatto che i coinquilini siano così intimi all'interno dei propri spazi personali accelera la relazione», spiega Andrea Syrtash, coautrice di It's Okay to Sleep with Him on the First Date: And Every Other Rule of Dating, Debunked. «Può capitare quindi che si saltino alcuni passi necessari per capire se si tratta della persona giusta». 

Silvio ed io eravamo costretti a stare insieme 24 ore su 24 senza possibilità di fuga. Litigavamo per cose per cui la maggior parte delle coppie discute dopo anni di vita insieme: i piatti da lavare, l'aspirapolvere da passare, il bucato da stendere. Andare a letto con il tuo coinquilino è ovviamente una pessima idea, però per molte è irresistibile. Lo vedi con addosso solo l'asciugamano dopo la doccia, o mentre cucina senza maglietta, e la tua mente inizia a pensarci. 

Siete sempre insieme, andate d'accordo, e lui è lì che ti aspetta quando torni a casa dopo un appuntamento finito malissimo. Sembra inevitabile, ma io so per esperienza che è una cosa da schivare a tutti i costi, perché può avere delle conseguenze pessime. Bea è arrivata alla stessa conclusione quando ha finito per nascondersi nuda dentro la vasca da bagno, stringendosi i vestiti addosso.

Lei e Matteo hanno iniziato ad andare a letto insieme dopo che lui è andato a vivere con lei e sua sorella. Avevano deciso di tenere le loro avventure sessuali segrete per evitare la disapprovazione di Serena. Un giorno, però, quest'ultima è rientrata a casa prima, mentre Matteo e Bea erano a letto, con la porta distrattamente aperta.

Lui ha lanciato a Bea stivali e cintura, lei è corsa in bagno e si è nascosta nella vasca per mentre Serena girava per casa. «Mi sentivo come l'amante di uno che mette le corna alla moglie», dice Bea. «Una sensazione davvero orribile». È così: una relazione con un roommate può diventare un inferno in pochissimo tempo. 

Con Silvio non c'era magia e neppure quei paletti salutari tipici delle storie che sbocciano pian piano. Ci vedevamo al mattino, con i capelli scompigliati e l'alito cattivo. Ci incontravamo alla fine di giornate pessime, in cui avevamo bisogno di stare da soli per riprenderci e non di un'altra persona contro cui scagliare le nostre frustrazioni. 

Però è esattamente così che è andata. Anche dopo che ci siamo lasciati, abbiamo continuato a farci i dispetti, trasformando casa nostra in un ambiente tossico. Io facevo uscire i ragazzi che mi portavo a casa dalla finestra del primo piano per evitare che lo incontrassero. Una sera invece sono rientrata da un appuntamento, e Silvio si è infastidito vedendo che mi ero divertita: mi ha rovinato la serata. 

Advertisement - Continue Reading Below

Ma anche quando avevamo bisogno di stare lontani, non ci riuscivamo proprio. Litigavamo e ci torturavamo, ma eravamo comunque attratti l'uno dall'altra. Ci incontravamo andando in bagno, e così inevitabilmente finivamo a letto. Sembravamo dimenticarci di tutti i motivi per i quali eravamo profondamente incompatibili. 

Se fossimo stati semplicemente due che si frequentano, avremmo capito in fretta che tra noi non andava. Invece c'erano molte cose che non mi piacevano di lui di cui mi ero però fatta una ragione (come l'egoismo di Silvio e il fatto che odiasse i miei amici) per non affrontare il dramma di dovermi cercare una nuova abitazione. Forse questa esperienza mi ha reso cinica. Caterina è sempre uscita solo con i suoi roommate, e ha sempre funzionato. 

Più Popolare

Quando era all'università stava con il suo compagno di stanza. È andata bene anche a Maria, che si è presa una cotta per il suo coinquilino quando viveva insieme a lui e (accidenti!) al suo fidanzato di allora. Le conseguenze di quella cotta le hanno fatto perdere gli amici e la testa, ma oggi è ancora insieme a lui. Entrambe, però, riconoscono che uscire con un coinquilino è come tuffarsi di testa: un rischio! 

Dunque, se sei sul punto di caderci anche tu, prima fai un'analisi dei pro e dei contro, suggerisce Andrea Syrtash. «Se sei convinta che questa persona sia il potenziale amore della tua vita, allora vale la pena provare», dice. Ma la posta in gioco è alta: «Lo svantaggio è che potresti ritrovarti costretta a trasferirti da un momento all'altro». 

Perciò, se hai solo voglia di sesso, pensaci due volte prima di lasciarti andare con il tuo compagno di stanza. Per Giulia andare a letto con il coinquilino ha significato rinunciare alla serenità dentro casa. Tutto era iniziato con qualche coccola innocente. A un certo punto avevano cercato di smettere ma, come me e Silvio, non ce la facevano. 

Una mattina, lei lo ha beccato che rientrava dopo aver passato la notte con un'altra. Poi, quell'altra se l'è portata dentro casa per farci sesso. «È stata bruttissima la sensazione di non sentirmi più a casa mia», dice Giulia. E quando discutevano della cosa, «a fine serata non avevo nessun altro posto dove andare, così spesso finivo esausta tra le sue braccia». 

Per dare un taglio alla loro relazione Giulia ha dovuto cambiare appartamento. L'esperta dice che questo genere di traumi possono essere evitati discutendone apertamente prima. «È meglio essere sempre il più sinceri possibile», spiega. «Parlate dei vostri limiti e delle vostre aspettative. Se non funziona, impegnatevi da subito a rispettarvi reciprocamente». 

Come avrete capito, verso la fine Silvio e io eravamo tutto fuorché rispettosi l'uno dell'altra, e riconosco che rompergli la porta della camera da letto non è stata la cosa migliore che potessi fare. Quando poi ci siamo lasciati definitivamente (e questo è accaduto solo dopo che lui si è trasferito in un'altra città), avevamo tutti e due i nervi a fior di pelle. Oggi come oggi, vorrei tanto che tutto questo non fosse mai successo. Mi sarei risparmiata liti, pianti e tanti malesseri.

Coinquilina
Related Article

COSA NE PENSI?

10 segnali che ti dicono che lui pensa sempre a te
Relazioni
CONDIVIDI
10 segnali che pensa sempre a te
Ti manda messaggini più volte al giorno e si ricorda di anniversari improbabili? Questi (e altri) segnali ti dicono che puoi metterti...
amiche tinder
Sesso e Amore
CONDIVIDI
Con Tinder adesso puoi fare da Cupido alle tue amiche
Buone notizie! Adesso la tua amica può contare anche sul tuo aiuto per trovare Mr. Right 🙌​
Relazioni
CONDIVIDI
4 tipologie di uomini da evitare
​Dal narcisista al vampiro energetico 4 ti​pi di uomo da cui tenerti alla larga​
Relazioni
CONDIVIDI
Unione Civile, il racconto di Francisco per dire sì a Luca
Francisco e Luca sono la prima coppia ad essersi unita civilmente a Roma, dopo l'approvazione della legge Cirinnà. Leggi la loro storia e...
5 consigli di porno star famose sulla posizione del 69 per godere al massimo
Sesso e Amore
CONDIVIDI
Posizione 69: ecco cinque consigli di pornostar famose
Ammettiamolo: fare il sessantanove a letto non è semplicissimo. Cinque famose pornostar ti danno delle dritte preziose (sopratutto...
Valentina Nappi protagonista con Le ragazze del porno del film hard Queen Kong con la regia di Monica Stambrini.
Sesso e Amore
CONDIVIDI
Arrivano Queen Kong e Insight, i film hard di Le ragazze del porno con ​​Valentina Nappi
Vuoi vedere un porno d'autore? Non perderti Queen Kong e Insight, di Monica Stambrini e Lidia Ravviso, due registe del collettivo Le...
Scopri il kamasutra della lavatrice, e non solo: ecco 5 posizioni per fare l'amore con gli oggetti della casa
Kamasutra
CONDIVIDI
Il kamasutra della lavatrice
Scopri il kamasutra della lavatrice (e non solo!). Ecco 5 posizioni per fare l'amore con gli oggetti della casa​
Sesso e Amore
CONDIVIDI
Sesso anale: 10 donne ti dicono cosa devi sapere
Vuoi provare il sesso anale? 10 ragazze che l'hanno fatto ti raccontano cosa devi assolutamente sapere ​
Fianchi larghi, la scienza ha scoperto perché piacciono agli uomini
Sesso e Amore
CONDIVIDI
Agli uomini piacciono i fianchi larghi. La scienza ha scoperto perché
Avere fianchi larghi è sexy, ma anche funzionale​. Leggi qui
tutti gli errori che una donna non dovrebbe fare quando si masturba
Sesso e Amore
CONDIVIDI
5 errori da non fare MAI quando ti masturbi
«Come ci si masturba?». Cosmo ha parlato con sessuologi e ginecologi, e ha individuato 5 errori che potresti commettere quando ti masturbi....