Marc Jacobs può passare benissimo otto ore a discutere di «un elastico dell'orlo di una gonna» senza stancarsi minimamente.

Il designer è direttore creativo di Louis Vuitton e ha anche fondato un suo omonimo marchio. Di recente si è cimentato nel cinema interpretando un magnaccia di nome Harvey nel film «Disconnect», un'esperienza rivelatasi particolarmente intensa e difficile.

«Sono abituato a tutti gli inconvenienti che si incontrano nel montare una sfilata di moda. Per esempio posso passare otto ore della mia vita a scegliere l'ampiezza di un elastico dell'orlo di una gonna», ha dichiarato lo stilista all'huffingtonpost.com.

Advertisement - Continue Reading Below

«Ma non mi era mai capitato prima d'ora di rischiare il congelamento in un camerino e di recitare con attaccati al petto dei panni riscaldanti. Stavo praticamente impazzendo quando siamo andati avanti otto ore a girare la stessa scena. Così ho capito che ogni lavoro ha il suo lato negativo».

Jacobs è sempre impegnato in nuovi progetti ma si concede anche momenti di relax in cui stacca completamente la spina da tutti gli apparecchi digitali che oggi infestano la nostra vita, un tema trattato anche nel film «Disconnect».

Più Popolare

«Non sono un tipo dipendente da cellulare o computer anche perché lavoro sempre con il mio team di lavoro».

«Il film tratta inoltre l'annoso problema dell'onestà dei sentimenti e delle parole nell'era digitale. Internet è il luogo per eccellenza in cui le persone, inconsapevolmente, manifestano i propri problemi mentali, un po' come se vedessimo una ragazza affetta da disturbi alimentari con in mano una mega barattolo di gelato Haagen-Daaz. Lo stesso succede a chi non è capace di comunicare e di entrare in contatto onestamente con gli altri».

In passato Jacobs ha sofferto di problemi di dipendenza alla droga ma dopo una lunga terapia ne è uscito completamente. Gli anni di cura l'hanno aiutato a diventare una persona migliore e a gestire al meglio le proprie sensazioni.

«Dopo molta terapia di gruppo e psicoterapia individuale ho imparato a esprimere in modo fluente e spontaneo emozioni come la paura e la rabbia».

© Cover Media

ricette insalate pomodori
Cucina e ricette
CONDIVIDI
4 insalate in cui non sapevi di potere mettere i pomodori
Di' «Ciao, ciao» alla caprese!
arredare bagno idee
Lifestyle
CONDIVIDI
22 idee per trasformare il tuo bagno in un posto super cool
Ricordati: il bagno non deve essere un posto noioso
Un primo piano di Margot Robbie
Cinema
CONDIVIDI
OMG ma è davvero Margot Robbie?! Irriconoscibile nel film Mary Queen of Scots
Neanche tu riuscirai a riconoscerla
Lifestyle
CONDIVIDI
Esistono le ciambelle al Prosecco! E non sappiamo se mangiarle a colazione o all'aperitivo
Nel dubbio, abbiamo qualcosa con cui coccolarci al mattino e all'aperitivo
gin decori albero natale
Lifestyle
CONDIVIDI
Esiste il gin in formato micro bottiglie da appendere. Perfette per l'albero di Natale!
Cos'è il genio!
Lifestyle
CONDIVIDI
Dimentica il beer pong! È arrivato il prosecco pong (e vogliamo giocarci subito)
Bollicine, please!
Cucina e ricette
CONDIVIDI
I cupcake pignatta a forma di unicorno è la cosa più deliziosa che tu possa mangiare
Guarda gli zuccherini colorati che escono dal suo "cuore"
cosmopolitan settembre 2017 copertina
Lifestyle
CONDIVIDI
Cosmopolitan di settembre 2017 è su smartphone e tablet
Scopri in anteprima di cosa parliamo questo mese
Lifestyle
CONDIVIDI
Guida ai castelli più belli di Game of Thrones, quale ti piacerebbe conquistare?
Da Fortezza Rossa a Alto Giardino, ecco tutto ciò che c'è da sapere sui castelli del Trono di Spade
sarahah app messaggi anonimi
Lifestyle
CONDIVIDI
Sarahah, la app di messaggi per recensire le persone a rischio cyberbullismo
Ha già milioni di iscritti, ma qualcuno (troppi) la usano come strumento per insultare