Eleonora Abbagnato: "Sogna i tuoi obiettivi ma usa la disciplina per raggiungerli"

Il sogno di Eleonora Abbagnato oggi? Insegnare ai giovani talenti a diventare dei grandi professionisti della danza, trasmettendo tutto ciò che lei ha imparato dai suoi maestri. E il suo motto è: credi in te stessa qualunque cosa fai

Più Popolare

Eleonora Abbagnato è un esempio per tutte le ragazze: sin da piccola ha coltivato con determinazione il suo sogno di diventare ballerina e, una volta realizzato, non ha rinunciato all'amore e alla famiglia. L'étoile dell'Opera di Parigi oggi dirige il Corpo di Ballo del Teatro dell'Opera di Roma e sogna di insegnare ai giovani talenti a diventare dei professionisti della danza, trasmettendo tutto ciò che ha imparato dai grandi maestri e dalla sua carriera piena di successi. Tra teatro, cinema e televisione, Eleonora continua a coltivare la sua passione, la danza, senza mai smettere di ballare. Qualche giorno fa a Milano, l'abbiamo vista esibirsi a al teatro Litta ne "La danza del tempo", organizzata dalla casa orologeria Breguet.

Advertisement - Continue Reading Below

1) Sei Direttrice del Corpo di Ballo del Teatro dell'Opera di Roma, che cosa rappresenta per te questo ruolo? 

«È per me un grande onore e sono felice di poter fare finalmente qualcosa di importante per la danza nel mio paese. Naturalmente è anche un grande impegno che vivo con amore e senso di responsabilità».

2) Hai detto più volte che hai voglia di insegnare ai ragazzi quello che tu hai imparato nel corso della tua carriera, come nasce questo desiderio?  

«Avendo lavorato per lunghi anni con i più grandi coreografi all'Opéra de Paris e durante le varie tournée nel mondo, ho sempre sentito con naturalezza il desiderio di trasmettere a mia volta le mie esperienze ai giovani, perché così  la danza non morirà mai...». 

Eleonora Abbagnato e Audric Bezard
Più Popolare

3) Qual è l'insegnamento più importante che hai ricevuto e che vuoi trasmettere ai nuovi ballerini?   

«Bisogna credere con forza in ciò che si fa, ma anche essere capaci di rimettersi in discussione quando è necessario».

4) Un mantra o un motto che vuoi regalare a chi sogna di avere una carriera come la tua.  

«Sogna i tuoi obiettivi, ma usa la disciplina più rigorosa per raggiungerli».

5) Nella tuo percorso hai anche fatto cose diverse dalla danza, come la tv e il cinema, che cosa hai imparato da queste realtà diverse dal teatro? E le consiglieresti ai giovani ballerini? 

«Sono curiosa e attratta dal cinema e dalla tv. Trovo sia state tutte esperienze arricchenti e  interessanti anche perché mi hanno dato la possibilità di avvicinare un vasto pubblico anche di giovani, al mondo della danza. Se il cinema e la tv aiutano a diffondere la danza ben vengano esperienze come le mie. Certo non bisogna dimenticare che la grande danza richiede determinazione e  impegno costante».

6) Ci sono dei luoghi che fanno parte della tua vita e che sono nel cuore, come Palermo la tua città, e Parigi la città che ti ha adottata: come hanno contribuito alla tua formazione?

«Palermo è la città dove sono nata, dove è esplosa la mia passione per la danza e dove ho compiuto i primi studi nella scuola di Marisa Benassai che si trovava  proprio sopra alla boutique di mia mamma. Ricordo di aver rivolto, nei momenti di tristezza, tante volte i miei pensieri alla spiaggia di Mondello quando da piccola ero a Parigi, lontano dalla mia famiglia. Parigi è il luogo in cui mi sono formata professionalmente e dove vivo ormai da molti anni. È una città a cui devo molto e da cui non posso stare lontana a lungo. E adesso anche Roma è diventata una città importante e che mi ricambia con tanto calore. È una città che amo molto e dove vive marito con le tre bimbe, mentre il piccolo Gabriel mi segue quasi sempre in tutti i miei trasferimenti».

7) Tu che lo scandisci a ritmo, cos'è per te il tempo? 

«Il tempo scandito dal mio Breguet  è prezioso e non basta mai per le mille cose che ogni giorno desidero fare. Direi che il tempo è la dimensione fondamentale della mia esistenza, sia dal punto di vista artistico che da quello umano, privato. E' come un flusso vitale che scorre dentro e intorno a me».

laghi del trentino da vedere almeno una volta nella vita
Viaggi
CONDIVIDI
Se sei un'amante della montagna, questi sono i 10 laghi del Trentino da vedere assolutamente!
Così suggestivi che ti toglieranno il fiato...
Musica
CONDIVIDI
Quella di Luca Marzano è una delle storie più belle che X Factor ti abbia mai raccontato
E ti svela il grande potere della musica
Lifestyle
CONDIVIDI
Una torta nuziale alta 4,5 metri (forse) non l'hai mai vista
E non è l'unica cosa da favola di questo matrimonio…
taylor swift look gatti instagram
Lifestyle
CONDIVIDI
È da svenire. Su Instagram c'è il profilo dei gattini vestiti come Taylor Swift
Ci sono tutti i look più iconici di Swifty
oktoberfest curiosità
Lifestyle
CONDIVIDI
Sai tutto (ma proprio tutto) sull'Oktoberfest?
Ok, che scorrono fiumi di birra si sa...
Motori
CONDIVIDI
La nuova Volvo XC60 fa (quasi) tutto da sola...
Hai presente quando si dice che autonomia significa libertà? Ecco, trasla il concetto su quattro ruote e otterrai la nuova Volvo XC60, un...
Lifestyle
CONDIVIDI
Al glittering party di Swarovski c'erano cristalli, celebs e anche un albero di Natale 🎄
Il party più sparkling che ha aperto la Milano Fashion Week
musica pelle oca scienza
Musica
CONDIVIDI
Se la musica ti fa venire la pelle d'oca, sei una persona speciale
♪♫ C'è una spiegazione scientifica supportata da studi♪♫
Lifestyle
CONDIVIDI
Change, in mostra gli scatti di Fabrizio Ferri in Via della Spiga
Durante la Milano Fashion Week scopri la mostra Change by Fabrizio Ferri, realizzata da Marie Claire #Likes
mostra change via della spiga milano fashion week
Lifestyle
CONDIVIDI
Per la Milano Fashion Week Via della Spiga si trasforma in una mostra a cielo aperto
Dal 18 al 26 settembre, in occasione della Milano Fashion Week, 24 scatti di Fabrizio Ferrisaranno protagonisti della mostra multimediale...