8 segni che il tuo perfezionismo ti sta danneggiando

Ci sono momenti in cui il tuo perfezionismo va un tantino oltre il limite

Più Popolare

Sei circondata da persone che ti ripetono in continuazione quanto sei sempre perfetta e impeccabile in ogni cosa che fai.

Certo, da un lato può essere lusinghiero, ma alla lunga le pressioni esterne e interne per essere sempre ineccepibile potrebbero essere controproducenti, perché il continuo raggiungimento di standard sempre più alti può diventare fonte di forte stress.

"La ricerca della perfezione può essere dolorosa, perché è spesso guidata dal desiderio di fare bene e allo stesso tempo dalla paura delle conseguenze di non aver fatto bene le cose. Queste sono le due facce della medaglia del perfezionismo", ha spiegato la psicologa Monica Ramirez Basco in un articolo di Psychology Today.

Advertisement - Continue Reading Below

Ed è proprio per questo che in alcuni casi il perfezionismo potrebbe essere fuori controllo, al punto da associarsi potenzialmente ad altri disturbi tra i quali depressione, ansia e disturbi alimentari, come sottolinea un articolo della American Psychological Association.

Ma quali sono i segnali che la tua ambizione e la tua precisione stanno andando troppo oltre? Ecco 8 segni per riconoscere che il tuo perfezionismo sta diventando nocivo per te e per le tue relazioni con gli altri.

Più Popolare

1. Sei perfezionista in ogni ambito

Ci sono delle sfere in cui essere una perfezionista è quasi un dovere e una qualità. Il lavoro è una di queste per esempio o lo sport, quando praticato ad altissimi livelli. E fin qui ci sta. Ma se la stessa ricerca della perfezione di estende ad ogni area della vita, inclusa quella privata e quella interiore, ecco che questo perfezionismo può iniziare a danneggiarti.

2. Sei bloccata dalla paura del fallimento

La paura del fallimento può bloccarti e impedirti di provare. In un articolo di Psychology Today, Hara Estroff Marano, sottolinea come il perfezionismo possa abbassare la capacità di prendersi dei rischi, diminuendo di conseguenza la creatività e l'attitudine al cambiamento.

3. Sei molto critica nei confronti degli altri

Il metro di giudizio che usi su te stessa è lo stesso che applichi agli altri, per questo che non c'è da sorprendersi quindi che tu possa risultare rigida. Inoltre questo cozza con la tua ricerca di approvazione che, se non arriva, può mandarti in crisi.

4. Scatti sulla difensiva quando vieni criticata

Questo è l'altro lato della medaglia del punto precedente. Quando il giudizio altrui colpisce te scatti subito sulla difensiva e fatichi ad accettare qualsiasi critica anche costruttiva.

5. Sei una procrastinatrice seriale

Continui a rimandare quell'esame che prepari da mesi o quel colloquio che potrebbe svoltare la tua carriera. La paura del fallimento (vedi punto 2) può bloccarti al punto di da spingerti a procrastinare le sfide che la vita ti presenta. A dirlo è anche uno studio della York University, che sottolinea la correlazione tra perfezionismo e procrastinazione. Insomma ironia della sorte, l'ambizione e la ricerca del successo va di pari passo con la posticipazione della prova in cui il successo si otterrebbe.

6. Sei spesso pervasa dal senso di colpa

Quando non raggiungi o mantieni gli standard che ti eri prefissata, ecco che il senso di colpa fa la tua comparsa. Questo è forse l'aspetto più auto distruttivo del perfezionismo ed è proprio il senso di colpa costante ad associarsi potenzialmente ad ansia e a depressione.

7. Hai spesso crisi esistenziali

Quando l'unica cosa accettabile è la perfezione, anche il minimo errore, la minima stupidata, possono mandarti in crisi. Basta pochissimo per farti venire una crisi di nervi, specie dopo un periodo stressante. "Quando manca una profonda e consistente fonte di autostima, i fallimenti colpiscono i perfezionisti in modo particolarmente duro", scrive la psicologa Shauna Springer.

8. In fondo, non hai mai raggiunto i tuoi obiettivi

Per te ci sono sempre livelli più alti, cose che avresti potuto fare meglio, obiettivi che non hai ancora raggiunto e sono proprio questi "non ancora" il motore che ti fa andare avanti, ma che allo stesso tempo ti priva del senso di appagamento.

Scandalo Weinstein molestie lavoro
Lifecoach
CONDIVIDI
Quanti Harvey Weinstein ci sono in Italia?
Ecco perché le molestie sessuali in ambiente di lavoro non sono affatto rare
Lifecoach
CONDIVIDI
5 motivi per cui spendi più soldi di quelli che hai
… e per cui dovresti smetterla immediatamente!
La scrivania volante
CosmoJob
CONDIVIDI
5 libri da leggere assolutamente per lavorare meglio
Questi libri potrebbero salvare la tua vita lavorativa...
Lifecoach
CONDIVIDI
Quella volta che... anche tu hai subito una violenza e non hai avuto il coraggio di parlare
Il caso Weinstein ci fa capire che è ora di rompere il silenzio. Con gli hashtag per superare la paura (anche quella del victim shaming)
Una ragazza bella e solare che fa un po' da tappezzeria
Lifecoach
CONDIVIDI
11 consigli per essere curvy, sexy e sicura di te
Sei sexy! Le tue curve lo dimostrano.
Una ragazza che guarda l'obiettivo
Lifecoach
CONDIVIDI
7 abitudini che cambiano una ragazza in donna
E non c'entra l'età
Lifecoach
CONDIVIDI
C'è molto di più nella vita dell'essere semplicemente felici
Il video TED che ti spiega come il senso della vita non sia la felicità, ma qualcosa di più profondo
Ragazza inseguita da un molestatore seriale
Lifecoach
CONDIVIDI
Gli stalker ora possono restare impuniti, basta che paghino: cosa succede
È colpa di una grave svista in una nuova legge: facciamo sentire la nostra voce perché venga cambiata
come diventare una guida turistica in italia
CosmoJob
CONDIVIDI
Se sogni di diventare guida turistica, ecco tutto ciò che devi sapere!
Puoi goderti il patrimonio artistico italiano e guadagnare... Che combo!
Lavorare tre ore al giorno
Lifecoach
CONDIVIDI
Dovremmo lavorare solo 3 ore al giorno. È il numero perfetto e abbiamo le prove!
Ehm, qualcuno può dirlo al mio capo?