Non puoi avere più di 5 migliori amiche. Almeno secondo la scienza

Un team di ricercatori sostiene che nessuno, almeno tra gli esseri umani, possa avere più di 5 migliori amiche. Dipende tutto dal cervello. Ecco perché

Più Popolare

L'amicizia ha i numeri contati. A dirlo, secondo la MIT Technology Review, è stato Robin Dunbar un antropologo britannico che negli anni '90 ha trovato una correlazione tra la dimensione del cervello di un primate e la dimensione del gruppo sociale nel quale era inserito. Secondo il suo principio, e le sue metriche, tanto più grande è il cervello, quanti più amici hai. E viceversa.

Insomma, le persone non sono in grado di avere un numero infinito di amicizie perché la neocorteccia, una sottosezione della corteccia cerebrale, ha le dimensioni che ha, magari mignon. A questo punto l'antropologo ha impugnato il suo bel pallottoliere e ha dato i numeri (vale in ogni senso): puoi aver 5 migliori amiche, 10 amiche intime, 35 conoscenti, 100 contatti sparuti.

Advertisement - Continue Reading Below

pallottoliere
GIF

Ora, dallo scintillante decennio degli anni '90, sono passati almeno 3 lustri e numerosi social network, quindi Robin Dunbar ha aggiornato la sua ricerca esaminando 6 miliardi di telefonate effettuate da 35 milioni di persone in un paese non identificato e rimasto anonimo. Il suo team di ricercatori però si è scontrato con un grosso limite: l'uso degli smartphone e quello dei social media falsano i risultati. 

Più Popolare

Non solo. Il principio alla base è stato questo «Il team ha ipotizzato che la frequenza delle chiamate tra due individui è indice della forza del loro rapporto», secondo la MIT Technology Review. Il risultato finale? Molto simile, nei numeri, a quello di Robin Dunbar negli anni '90.

La domanda è: ma davvero oggi le telefonate sono il mezzo che utilizzi per sentire le tue migliori amiche? Perché a qualcuno verrebbe il sospetto che sia quello preferito da tua mamma, o anche dalla nonna, e se questo fosse vero i dati si basano su uno strumento che non può essere indicativo realmente di una relazione stretta.

Detto questo, se tutto fosse vero, il primo pensiero va alle sardine, perché come è noto, loro si aggirano tutte insieme appassionatamente e magari nei loro banchi stringono amicizie (ci piace crederlo). Speriamo che la regola delle dimensioni del cervello del primate non si applichi anche ad altri, perché allora le povere sardine, che sono piccine piccine, morirebbero di solitudine e circondate da emeriti sconosciuti. Che tristezza...

La scrivania volante
CosmoJob
CONDIVIDI
LinkedIn e Spotify hanno creato la playlist della musica ideale da ascoltare al lavoro: provala!
C'è anche Adele (e pure Tiziano Ferro)
Giorgia Crea
Lifecoach
CONDIVIDI
Così ho fatto la bartender: Giorgia Crea ti racconta come ha raggiunto il suo sogno
3 consigli per uscire dalla comfort zone e realizzarti nella vita e sul lavoro
Lifecoach
CONDIVIDI
5 app utilissime per la tua sicurezza personale
La tecnologia va in difesa delle donne e ti aiuta ad aggirare i pericoli
leah vernon fashion blogger nera musulmana e curvy
Lifecoach
CONDIVIDI
"Non rientro nei canoni della società, e allora?" Leah Vernon, la blogger nera, curvy e musulmana che difende la diversità
💪💪💪
La scrivania volante
CosmoJob
CONDIVIDI
Zuckerberg scansati, la rivoluzione dei computer l'hanno fatta le donne!
Cosmopolitan è stato il primo giornale a dirlo... 50 anni fa
ragazza che balla
Lifecoach
CONDIVIDI
Perché ballare è la cosa migliore che puoi fare per cambiare la tua vita
Avrai un lato B come J.Lo
facebook strumenti per la prevenzione dei suicidi
Lifecoach
CONDIVIDI
Facebook amplia il Safety Center con la nuova sezione prevenzione suicidi. Ecco cosa puoi fare
In occasione del World Suicide Prevention Day, Facebook ha parlato ai suoi utenti degli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma,...
La scrivania volante
Lifecoach
CONDIVIDI
Come capire se uno stage è una fregatura o un'opportunità?
Il primo segnale che non si tratta di un vero tirocinio è quando non hai nulla da imparare (e il rimborso spese è ridicolo)
Lifecoach
CONDIVIDI
Nel mondo dei fumetti c'è spazio per le donne. Parola di Cinzia Leone
Il mondo del fumetto è sempre più femminile. Lo rivela Cinzia Leone, una delle prime autrici di graphic novel donne in Italia
La scrivania volante
CosmoJob
CONDIVIDI
Se sei vittima di stalking sul luogo di lavoro puoi chiedere il licenziamento del tuo molestatore
Lo dice un accordo siglato tra le imprese e i sindacati: ecco come funziona