Le nazioni dove ti conviene cercare lavoro se sei una donna

​Il settimanale britannico The Economist ha stilato la classifica delle nazioni che offrono a una donna che lavora condizioni di vita e carriera migliori. Eccole! 

Più Popolare

Stai pensando di cercare lavoro all'estero? Sappi che l'autorevole rivista britannica The Economist ha appena pubblicato la classifica 2016 delle migliori nazioni dove una donna che lavora può fare carriera. Per stabilire i Paesi più virtuosi (ma anche i peggiori) gli esperti hanno aggiornato il "glass ceiling index". Letteralmente significa indice del "soffitto di vetro", un'espressione che indica la barriera invisibile che impedisce il progresso di una persona all'interno del mondo del lavoro o nella società a causa di discriminazioni, in questo caso di genere sessuale.

Advertisement - Continue Reading Below

Il "glass ceiling index" è in pratica una sorta di calcolatore che consente di capire subito se un determinato Paese è o no favorevole a una donna che lavora. Inoltre, è interattivo: i ricercatori hanno applicato i valori medi per ciascun parametro, ma tu puoi modificarli dando maggior importanza agli indicatori che ti interessano di più. 

Per scoprire dove oggi avresti migliori chance di parità di trattamento sul posto di lavoro gli esperti, infatti, hanno incrociato dieci indicatori, tra cui l'istruzione superiore media, i livelli retributivi, la partecipazione alla forza lavoro, i costi per la cura dei bambini, i diritti di maternità, l'accesso alle business school e la presenza in posizioni manageriali di alto livello. Inoltre, quest'anno per la prima volta sono state prese in considerazione anche le leggi che regolano il congedo di paternità perché si è visto da diversi studi che negli Stati in cui è diffusa, non solo le neomamme tendono a reinserirsi meglio e prima nel mercato del lavoro, ma l'occupazione femminile è in generale più alta mentre il divario di reddito tra i sessi è minore. 

Più Popolare

Ai primi posti trovi Islanda, Norvegia, Svezia e Finlandia dove la presenza delle donne nel mercato del lavoro è praticamente alla pari rispetto agli uomini. Quindi, se vuoi andare sul sicuro ti conviene puntare decisamente verso il Nord Europa. In particolare, in Norvegia gender pay gap (la differenza di retribuzione a sfavore delle donne rispetto agli uomini) è di appena il 6,3% meno della metà della media dell'Ocse, l'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (15,5%). In Islanda, il 44% delle poltrone dei consigli di amministrazione delle aziende sono occupati da donne, anche grazie a una politica delle quote rosa. 

L'Ungheria si piazza a sorpresa al quinto posto, grazie al più basso gender pay gap d'Europa: 3,8%, sebbene abbia pochissime donne nei consigli d'amministrazione (11%) e in Parlamento (10%). Se decidi, dunque, di andare a lavorare a Budapest e dintorni, sappi che il tuo stipendio probabilmente sarà quasi uguale a quello del tuo collega maschio e, casomai decidessi di mettere su famiglia, potrai contare su una maternità piuttosto generosa (71 settimane, quasi un anno e mezzo, al 100% della retribuzione) e asili poco costosi.

E l'Italia, dove si colloca? Purtroppo, tra le ultime dieci nazioni su un totale di 29, ovvero i peggiori Paesi dove una donna che lavora potrebbe pensare di vivere. Peggio di noi ci sono solo l'Olanda, la Grecia, la Gran Bretagna, l'Irlanda, la Svizzera, il Giappone, la Turchia e la Corea del Sud. Se non stupisce trovare tra i fanalini di coda il Giappone o la Turchia dove le donne tradizionalmente non hanno mai avuto posizioni di potere nella società, la vera sorpresa è imbattersi invece in Olanda, Gran Bretagna e Svizzera... Se stavi pensando di cercare fortuna a Londra, Amsterdam o a Zurigo, forse dovresti rivedere i tuoi piani!

COSA NE PENSI?

Lifecoach
CONDIVIDI
10 insegnamenti preziosi di Holly Golightly in Colazione da Tiffany
Holly Golightly, la protagonista di Colazione da Tiffany, è un po' squinternata ma a modo suo ha le idee molto chiare sulla vita, l'amore e...
Lifecoach
CONDIVIDI
Come capire se lui sta pensando di lasciarti
Lui si comporta in modo strano e hai il timore che stia meditando di mollarti? Se vuoi salvare la tua relazione (o scappare a gambe levate...
Candidati in attesa di un colloquio di lavoro
CosmoJob
CONDIVIDI
Hai un colloquio? Carla Gozzi ti spiega come vestirti per avere quel lavoro
E no, il minidress abbinato al tacco 16 è meglio che te lo scordi...
Lifecoach
CONDIVIDI
Cyberbullismo: difenditi dalle bulle digitali
Il bullismo al femminile sul web è in aumento e fa male più di una rissa tra maschi. Lo dice la scienza. Che ti spiega perché ti...
CosmoJob
CONDIVIDI
Fai l'upgrade alla tua carriera con ELLE ACTIVE!
Su ELLE ACTIVE! si parla di donne e lavoro nell'ambito della tecnologia, smart working e come diventare una YouTuber di successo...​
43 cose che non dovresti mai fare in una relazione sana
Lifecoach
CONDIVIDI
43 cose che non dovresti mai fare in una relazione sana
​Quali sono i peggiori errori che le coppie commettono? Ce lo dicono i nostri esperti. Che ci spiegano anche come evitarli
Lifecoach
CONDIVIDI
11 verità fondamentali della vita che abbiamo imparato da Samantha Jones di Sex and the City
​Samantha sì che ha capito tutto...​
Lifecoach
CONDIVIDI
Più fai durare le tue amicizie e più tu sarai felice
Più a lungo fai durare il legame con le tue amiche, più la tua salute migliora. Lo dice la scienza​​
14 momenti in cui essere single non è un vantaggio
Lifecoach
CONDIVIDI
14 momenti in cui ti senti DAVVERO single
Sei in pace con il tuo status di single... tranne in certe situazioni! Ecco quando avere un fidanzato tornerebbe decisamente utile
Lifecoach
CONDIVIDI
Credere in se stessi: le frasi migliori per far crescere l'autostima
​Per credere in te stessa devi usare le parole giuste. Ecco le frasi che ti aiutano ad avere fiducia in te in modo positivo​​