Sai usare gli emoji nelle email di lavoro senza sbagliare?

I pro e contro delle faccine & Co. in ufficio con i consigli per scegliere quelle giuste

Più Popolare

Non è sempre facile usare gli emoji giusti nelle email di lavoro. Anzi, secondo alcune ricerche, nelle comunicazioni professionali sarebbero proprio da evitare. Il motivo? Ai capi non piacciono. A dirlo è una ricerca di OfficeTeam, società di consulenza Usa: solo il 21% dei dirigenti intervistati ha dichiarato di approvare l'utilizzo delle emoticon da parte dei propri dipendenti, mentre il 39% lo ha bocciato definendolo un comportamento poco professionale. Qualcosa, però sta cambiando se il 40% ammette gli emoji, sebbene solo in alcuni casi.

Advertisement - Continue Reading Below

Insomma, appare davvero difficile arginare l'invasione di faccine & Co. nei messaggi di posta elettronica al lavoro, dopo che hanno ormai colonizzato quelle che ci scambiamo più volte al giorno nella sfera privata! Inoltre, gli esperti in leadership e carriera osservano che gli emoticon possono aiutare anche in ambito lavorativo a rendere le email più calde, empatiche e personali.

Jamie Widing di Atomic Object, altra società di consulenza Usa, ha lanciato un sondaggio sulla piattaforma gratuita SurveyMonkey e ha scoperto che, in realtà, gli emoji sul lavoro sono usati eccome. La maggior parte degli intervistati ha dichiarato di ricorrervi qualche volta (67,35%), di non essere affatto infastidito quando ne riceve (72,73%) e di utilizzarli soprattutto con i colleghi (54,55%). I più usati? 😀 69,15% 😏 25,53% 😕 5,32%.

Più Popolare

Insomma, in ufficio vince sempre la positività... 😉

In conclusione, servirsi di emoticon nelle email di lavoro oggi è una pratica sdoganata. Occorre, però, fare comunque attenzione perché quando scrivi in ufficio stai pur sempre rappresentando anche la tua azienda: così come soppesi le parole, è il caso di scegliere in modo oculato anche gli emoji. Inoltre, non sono sempre la mossa migliore: occorre valutare caso per caso. Per aiutarti a mettere la faccina giusta senza sbagliare, OfficeTeam ha stilato 5 consigli. Mettili in pratica.

1. Non esagerare

Evita di infarcire ogni email di faccine: potresti infastidire il destinatario del tuo testo, distrarlo o confonderlo. Ricorri a emoticon e disegnini vari in modo ragionato.

2. Chiediti chi è il tuo pubblico

In che tipo di azienda lavori? In un'agenzia web alla Google o in un studio legale superformale? Chiedertelo è fondamentale, perché nel primo caso l'uso delle faccine sarebbe del tutto normale, nel secondo apparirebbe inappropriato. E oltre alla policy aziendale, considera anche che tipo di relazione hai con il tuo interlocutore. Se è un amico, il pollice in su va benissimo, ma se è il tuo capo, e non è esattamente un tipo friendly, potresti trovarti nei guai.

3. Valuta la situazione

Se stai affrontando un problema molto serio, ricorrere alle emoticon può apparire superficiale o maleducato. Meglio evitare.

4. Scegli emoji che conosci

Oggi hai a disposizione centinaia di emoji, uno per ogni concetto, emozione, situazione. Prima di fare la tua scelta, assicurati di sapere cosa significa davvero. E che la persona cui è diretta sia in grado di capirla. L'ultima cosa di cui hai bisogno al lavoro è dare adito a equivoci e fraintendimenti!

5. Usa parole tue

Se non sei sicura al 100% che ricorrendo a un emoji otterrai un risultato migliore, concentrati piuttosto sulle parole. Scrivi in modo chiaro quello che vuoi dire, oppure prendi il telefono e spiegati a voce. Una simpatica chiacchierata è ancora il modo migliore per trasmettere emozioni.

Segui Adelaide su Twitter

Office
CosmoJob
CONDIVIDI
In Svezia lavorare 6 ore al giorno ha reso tutti più felici
E il bello è che lavorare meno, aumenta anche la produttività!
CosmoJob
CONDIVIDI
Vuoi fare la scienziata? Segui i consigli di Loretta Falcone
Loretta Falcone, scienziata della Nasa, ti svela le qualità che una donna deve avere per farcela nella carriera scientifica
Studentessa universitaria che studia nel campus
CosmoJob
CONDIVIDI
Ecco le 20 università italiane che ti aiutano a trovare lavoro più velocemente
Stai per iscriverti a un corso di laurea o a un master e vuoi investire al meglio i tuoi soldi per un futuro lavoro sicuro? Prima, ti...
Ragazza che disegna un grafico al lavoro
CosmoJob
CONDIVIDI
La career coach di Google ti spiega come fare carriera disegnando una mappa mentale
È molto semplice e ti aiuterà quest'anno a raggiungere tutti i tuoi obiettivi, al lavoro e non solo
Ragazza sorridente alla scrivania nel suo ufficio al lavoro
CosmoJob
CONDIVIDI
I 15 lavori meglio pagati al mondo nel 2017 secondo LinkedIn
Stai cercando lavoro o lo vuoi cambiare? LinkedIn ha fatto la classifica delle professioni che ti offrono più soldi e possibilità di...
Ragazza che lavora in una fattoria
CosmoJob
CONDIVIDI
In Usa i millennials si sono stufati e vogliono mollare tutto: e in Italia?
Negli Usa sempre più millennials cambiano vita, stufi di come il mondo del lavoro li sta trattando
Ragazza che lavora a casa
CosmoJob
CONDIVIDI
Lo sapevi che questa è la settimana ideale per aggiornare il tuo profilo LinkedIn? 
E se segui i consigli del biografo di Paul McCartney, il tuo curriculum online si farà notare ancora di più
CosmoJob
CONDIVIDI
Tre donne che lavorano nelle serie tv ti spiegano come diventare la star del tuo ufficio
Dietro le serie tv Usa di successo ci sono donne geniali che hanno saputo farsi strada. Segui le loro dritte di leadership
CosmoJob
CONDIVIDI
Anche le boss possono essere insicure, parola di Sophia Amoruso
Come reagire quando ti senti un bluff, o non riesci a reggere il confronto con professionisti diversi da te? Sophia Amoruso, autrice del...
CosmoJob
CONDIVIDI
T-Factor by Cosmopolitan & Dale Carnegie: sviluppa il tuo talento, potenzia l'autostima e conquista il futuro!
Hai da 18 a 27 anni? Non perdere il primo corso creato da Cosmopolitan e Dale Carnegie per prepararti a diventare una professionista di...