9 domande per millennials a cui devi rispondere se vuoi fare carriera

Se appartieni alla Generazione Y ecco come migliorare la tua posizione lavorativa

Più Popolare

Sei una millennial e desideri avere successo? Paul Angone, coach e motivatore, autore di All Groan Up: Searching for Self, Faith, and a Freaking Job! ti suggerisce 9 domande per fare carriera che devi farti assolutamente, se non vuoi ritrovarti a vivere l'ufficio solo come un posto dove ammazzare il tempo, in cambio di un magro stipendio. Pronta a prendere appunti?

1. Le persone di successo che hai incontrato finora sono davvero felici e invidiabili?

Se l'idea di fare la vita del tuo boss ti fa vomitare, forse hai sbagliato percorso professionale. Guardati intorno, chiediti cosa vuoi veramente, e volta pagina. Hai tutto il tempo per rimetterti in gioco ricominciando da zero!

Advertisement - Continue Reading Below

2. Come ti senti prima di entrare in ufficio la mattina?

Facci caso domani: arrivando alla tua scrivania come ti senti? Eccitata? Ansiosa? Angosciata? Nel primo caso, sei fortunata: fai il lavoro giusto per te, e sei abbastanza motivata per compiere un'ottima carriera. Ma se il solo pensiero di rimettere piede in ufficio ti fa sentire come una condannata sul patibolo, forse è il caso di darsi da fare per al più presto un piano B. Essere consapevole di come affronti la giornata ti fa capire molte cose.

Più Popolare

3. Qual è il tuo bilancio tra Soddisfazione, Tolleranza e Angoscia?

Per rispondere a questa domanda Paul Angone ti suggerisce di fare un grafico. Prendi una tua tipica giornata di lavoro e suddividila in ore. Considera tutto ciò che fai, dalle mail alle riunioni, dai viaggi alle attività effettivamente collegate alla tua professione. A questo punto, decidi quante ore mettere nella categoria Soddisfazione, quante nella Tolleranza e quante nell'Angoscia. Ora riporta questi dati in un grafico a torta. La tua giornata tipo abbonda di Soddisfazione? Ottimo. Per la maggior parte del tempo sei sui livelli di Tolleranza? Chiediti se puoi dedicare più tempo a incarichi che ti portino più Soddisfazione e se la risposta è sì, datti da fare. L'Angoscia ha il predominio? Torna alla risposta della domanda numero uno.

4. Obiettivamente stai facendo un lavoro del cavolo?

Se la risposta è sì, la buona notizia è che per un millennial avere un lavoro del cavolo è quasi un passaggio naturale, perché sei solo all'inizio della carriera e un po' di gavetta fa parte dei giochi. La cattiva è che di questi tempi la gavetta non sembra finire mai. La vera domanda è: come farsi andare bene un lavoro del cavolo? Il segreto è trasformare ogni ostacolo in un'opportunità per imparare qualcosa di utile per la tua carriera futura. Paul Angone ti spiega che se non impari nulla dal tuo primo lavoro del cavolo e non riesci a crescere professionalmente, hai il 99% di possibilità che anche il tuo prossimo lavoro sia un'occupazione del cavolo.

5. L'idea di studiare per diventare un'esperta nella tua professione ti riempie di energia, o te la toglie?

Se stai rimandando con mille scuse il master o quel corso di aggiornamento che ti potrebbero far compiere il passo necessario per diventare una guru del tuo campo, è venuta l'ora di buttarti. Oppure di accettare l'idea che non stai lavorando nel settore che ti interessa davvero.

6. La carriera che ti sei scelta potrà darti lo stile di vita che desideri?

Non è detto che successo e felicità procedano insieme. Magari ami il tuo lavoro, ma anche arrivando al top non ti basterebbe a pagare l'affitto della casa dei tuoi sogni. Oppure è così impegnativo che se farai carriera dovrai stare in ufficio per 12 ore no stop tutti i giorni come fa il tuo capo. È davvero questo ciò che vuoi? Darti una risposta e agire di conseguenza è più facile ora che sei millennial piuttosto che tra 10 anni, quando avrai messo su famiglia e mille responsabilità potranno impedirti di prendere la decisione più giusta per te a cuor leggero.

7. Stai facendo un lavoro importante, nel quale credi?

Diversi studi dicono che per i millennials conta di più lavorare per un'impresa di cui si condividono i valori, che ottenere un buon stipendio. Dunque, cerca di rispondere con sincerità a questa domanda, perché se non metti passione in ciò che fai, di sicuro sarai meno motivata ad andare lontano.

8. Quali competenze stai usando per il tuo lavoro?

Sono proprio quelle che vorresti mettere a frutto? Angone ti invita a stilare una lista delle prime 3-4 skill che ti vengono più richieste dal tuo datore di lavoro. Dopodiché chiediti se ti fanno sentire realizzata. Non sempre ciò che ti riesce meglio in prima battuta esprime il tuo autentico talento. Anzi, a volte sono una "trappola" perché ti impediscono, appunto, di scavare più a fondo nelle tue abilità. Se sei insoddisfatta di ciò che fai, chiediti quali skill invece ti gratificherebbero e concentrati su di esse.

9. Sei sicura di voler fare carriera?

Con quest'ultima domanda Angone ti invita a riflettere sul fatto che oggi, grazie al web e alla globalizzazione, non solo è cambiato il lavoro, ma anche il concetto stesso di carriera. «Ora hai la possibilità di lavorare ovunque nel mondo, su qualsiasi cosa e in qualsiasi momento», afferma l'esperto. «Le carriere non sono più lineari: per la nostra generazione si tratterà più che altro di nuotare da un'isola all'altra, raccogliendo strada facendo competenze ed esperienze».

CosmoJob
CONDIVIDI
Impara a usare meglio Facebook, Instagram e Twitter con il calendario dell'avvento social
Hai già fatto i buoni propositi per il nuovo anno? Inizia col calendario dell'avvento social: un tip al giorno tira l'altro, fino a Natale
CosmoJob
CONDIVIDI
7 trucchi di Arianna Huffington per avere successo dormendo 8 ore
Dormi 8 ore e prendi decisioni migliori. I trucchi di Arianna Huffington per avere successo
violenza psicologica donne
CosmoJob
CONDIVIDI
Così sono riuscita a fuggire dall'uomo violento che credevo di amare
La storia di Greta che è riuscita a fuggire dal marito violento grazie a Telefono Rosa. E ora si sta rimettendo in gioco nel mondo del...
Ragazzine vestite con la divisa di scout
CosmoJob
CONDIVIDI
10 buone ragioni per scrivere nel curriculum che sei stata negli scout
​Sei stata negli scout? Anche Gigi Hadid (per un giorno!). Ecco perché ti conviene scriverlo nel curriculum​
Speranza Scappucci
CosmoJob
CONDIVIDI
Speranza Scappucci, prima donna italiana direttore d'orchestra a Vienna, ti spiega come ce l'ha fatta
​Fatti ispirare!​
CosmoJob
CONDIVIDI
Impara dalle atlete olimpiche a vincere in team
Vuoi migliorare il rapporto con i colleghi e centrare l'obiettivo? Segui le dritte dell'atleta olimpica Arianna Garibotti che con il lavoro...
Ragazza che legge il giornale al lavoro
CosmoJob
CONDIVIDI
Scopri quali sono i 10 lavori meno stressanti più pagati al mondo
Se sei fortunata, c'è pure il tuo...
Joan Holloway, la capo segretaria in Mad Men
CosmoJob
CONDIVIDI
Perché il modo in cui si sta parlando della segretaria di Caprotti ci fa arrabbiare
Tutti parlano della segretaria di Caprotti e dell'eredità milionaria ricevuta dal patron di Esselunga. Ma in un modo che ci fa arrabbiare...
Ragazza che cerca un lavoro
CosmoJob
CONDIVIDI
271 offerte di lavoro selezionate per te questo mese
Sei in cerca di un impiego o lo vuoi cambiare?​ In collaborazione con InfoJobs, primo portale di lavoro in Italia, abbiamo selezionato...
Linguaggio sessista al colloqui di lavoro: le 7 esempi di discriminazione femminile
CosmoJob
CONDIVIDI
7 donne rivelano le frasi più sessiste sentite a un colloquio di lavoro
Il mercato del lavoro penalizza ancora il sesso femminile e avere un buon curriculum spesso non basta: ​7 donne raccontano la loro...