Sai perché gli svedesi sanno lavorare meglio e sono più felici?

Merito della fika, che non è una parolaccia, ma la pausa caffè. A dirlo è la scienza, ma anche l'Ikea

Più Popolare

Ti sei mai chiesta perché  così tante aziende al top sono nate in Svezia? Il segreto del successo globale di brand come Ikea, H&M e Pandora, tanto per fare tre nomi che tutte conosciamo, è nella fika. Che non è una parola volgare (non fare la maliziosa), ma il termine svedese di pausa caffè. Proprio così, quella che alcuni capi retrogradi potrebbero ritenere un'abitudine da perditempo, sarebbe invece il fattore vincente che fa la differenza, capace non solo di far decollare un'impresa, ma anche di rendere felici chi ci lavora.

Advertisement - Continue Reading Below

In realtà, la fika è molto di più del classico break alla macchinetta del caffè così come lo conosciamo in Italia, estemporaneo e magari operativo, nel senso che si finisce comunque per parlare di lavoro. È una tradizione consolidata (in alcune società è addirittura obbligatoria) che tutti i lavoratori svedesi, capi e dipendenti, rispettano almeno due volte al giorno, la mattina alle 10:00 e il pomeriggio verso le 15:00, per staccare completamente dalla routine d'ufficio sorseggiando insieme ai colleghi un caffè o un tè, meglio se accompagnato da un dolce.

Più Popolare

Che la fika sia un elemento prezioso per il buon funzionamento di un'azienda e l'umore dei propri dipendenti, lo dicono anche diversi studi scientifici. Viveka Adelsward, docente di Comunicazione alla Linkoping University, per esempio, ha studiato a lungo i meccanismi delle conversazioni informali sui luoghi di lavoro arrivando alla conclusione che aumenta la produttività. Il motivo? La possibilità di socializzare e scambiare due chiacchiere in un clima informale rende tutti più efficienti e propositivi in modo contagioso.

È proprio nei momenti di pausa davanti a un buon caffè (a proposito, la Svezia ne è il terzo consumatore mondiale, mentre l'Italia è solo al 12esimo posto), che spesso vengono le idee migliori. A dirlo è addirittura l'Ikea nel suo sito. Tra una chiacchiera e l'altra, ci si conosce meglio, ci si scambiano informazioni, si appianano eventuali conflitti. Così il cervello si rilassa e fa il pieno di energia per ripartire più creativo di prima. Non solo: secondo uno studio britannico, osservare la pausa caffè permette un refresh mentale che abbassa le probabilità di fare errori, il che aumenta ulteriormente l'efficienza. Non a caso, solo l'1% dei dipendenti svedesi resta in ufficio oltre l'orario di lavoro, che oltretutto è stato di recente ridotto a 6 ore.

Se ancora hai qualche dubbio sul concederti o no una piacevole pausa caffè, sappi che il successo del modello svedese non tocca solo i settori tradizionali, ma pure il digital. Lo sapevi, per esempio, che anche Skype, Spotify e King (la società di Candy Crush) sono made in Svezia? Tra l'altro, tutte queste compagnie sono "unicorni". Nel gergo dei nerd vengono chiamate così le società tecnologiche che nella loro fase iniziale di startup hanno superato una stima economica di un miliardo di dollari. Al mondo finora si contano 200 unicorni, di cui solo 29 sono in Europa. La Svezia ne conta ben 5, piazzandosi seconda dopo la Gran Bretagna (7) che, guarda caso, è la patria mondiale del tea break.

Office
CosmoJob
CONDIVIDI
In Svezia lavorare 6 ore al giorno ha reso tutti più felici
E il bello è che lavorare meno, aumenta anche la produttività!
CosmoJob
CONDIVIDI
Vuoi fare la scienziata? Segui i consigli di Loretta Falcone
Loretta Falcone, scienziata della Nasa, ti svela le qualità che una donna deve avere per farcela nella carriera scientifica
Colleghe che spettegolano in ufficio
CosmoJob
CONDIVIDI
I pettegolezzi in ufficio ti aiutano a fare carriera: come te lo spiega la scienza
Le dritte per gestire il gossip al lavoro: così ti difendi dai colleghi invidiosi e fai pure carriera
Ragazza che lavora in una fattoria
CosmoJob
CONDIVIDI
In Usa i millennials si sono stufati e vogliono mollare tutto: e in Italia?
Negli Usa sempre più millennials cambiano vita, stufi di come il mondo del lavoro li sta trattando
Ragazza che lavora a casa
CosmoJob
CONDIVIDI
Lo sapevi che questa è la settimana ideale per aggiornare il tuo profilo LinkedIn? 
E se segui i consigli del biografo di Paul McCartney, il tuo curriculum online si farà notare ancora di più
CosmoJob
CONDIVIDI
Tre donne che lavorano nelle serie tv ti spiegano come diventare la star del tuo ufficio
Dietro le serie tv Usa di successo ci sono donne geniali che hanno saputo farsi strada. Segui le loro dritte di leadership
CosmoJob
CONDIVIDI
Anche le boss possono essere insicure, parola di Sophia Amoruso
Come reagire quando ti senti un bluff, o non riesci a reggere il confronto con professionisti diversi da te? Sophia Amoruso, autrice del...
CosmoJob
CONDIVIDI
T-Factor by Cosmopolitan & Dale Carnegie: sviluppa il tuo talento, potenzia l'autostima e conquista il futuro!
Hai da 18 a 27 anni? Non perdere il primo corso creato da Cosmopolitan e Dale Carnegie per prepararti a diventare una professionista di...
CosmoJob
CONDIVIDI
Il curriculum non è più di moda, per trovare lavoro leggi qui
Oggi per essere assunta occorre andare oltre il semplice cv. Per farti notare a colpo sicuro puoi esplorare altre vie: dai talent pool ai...
CosmoJob
CONDIVIDI
5 lavori su cui puntare adesso
Il mercato occupazionale è in continua evoluzione e tu fai fatica a orientarti? Ecco alcune tra le nuove professioni più ambite spiegate da...