Su LinkedIn puoi anche candidarti nel settore no profit: ecco come funziona

Vuoi partire con Emergency? Basta un click

Più Popolare

Vuoi fare un'esperienza in una ong in giro per il mondo? Vai su LinkedIn. Il social network del lavoro è sempre più usato anche dalle organizzazioni non governative internazionali per reclutare personale a contratto. Le posizioni sono il più delle volte specialistiche e la tempistica è quasi sempre dettata dall'emergenza, ma le opportunità interessanti sono sempre di più, anche perché in questo settore il turnover è molto alto e, quindi, c'è costante necessità di cercare nuovi collaboratori. Non a caso, il network professionale da tempo ha lanciato una sezione dedicata, LinkedIn for Nonprofits, dove le organizzazioni trovano tutti gli strumenti per cercare personale tra gli oltre 10 milioni di utenti italiani (100 milioni nel mondo) oppure postare le proprie inserzioni negli appositi spazi, gli "Job Slot", sulla propria pagina. A usarla sono ong come Emergency, Oxfam, Medici senza Frontiere…

Advertisement - Continue Reading Below

Il no profit ha sempre bisogno di te

«La nostra realtà che oggi conta di 2.788 collaboratori espatriati sparsi nei nostri ospedali nel mondo e di 268 persone nello staff interno, ha sempre bisogno di nuovi collaboratori», spiega Rossella Miccio, neo presidente di Emergency. «Abbiamo un ufficio che si occupa di recruiting e spesso si trova a cercare figure professionali molto specifiche, in particolare medici, e in emergenza». Laureati in medicina, infermieri, esperti in logistica, per quanto riguarda Emergency, ma anche agronomi, veterinari, psicologi e informatici in altre ong, sono infatti le professioni più ricercate nel settore della cooperazione internazionale. Ma a parte le competenze specifiche, ci sono alcune soft skill particolarmente richieste dalle organizzazioni non governative.

Più Popolare

Le soft skill richieste dalle ong

«Noi per esempio non cerchiamo neolaureati ma medici anche giovani ma di esperienza, che possano fare da tutor a personale medico local», spiega Miccio. «Altre qualità per noi indispensabili, sono l'umanità e l'equilibrio: i nostri collaboratori infatti si trovano a lavorare in condizioni spesso molto drammatiche, come durante l'epidemia di Ebola nel nostro ospedale in Sierra Leone. Inoltre, per lavorare per Emergency occorre avere una forte motivazione: bisogna infatti essere disposti a mantenere l'incarico e restare all'estero per almeno 6 mesi». Va da sé, dunque, che se vuoi partire per una missione non basta essere laureata in medicina o essere infermiera, devi avere una mentalità aperta, saper lavorare in gruppo e vivere in una comunità ristretta, rispettare con scrupolo i severi protocolli di sicurezza dell'organizzazione, frutto di anni di esperienza, ma anche la cultura locale.

Come avviene il recruiting

Ma come avviene la selezione del personale in Emergency, dopo che arrivano le candidature tramite l'app di LinkedIn? «Come primo step leggiamo i cv, quindi prendiamo in considerazione i profili professionali che ci interessano. Una difficoltà che riscontriamo è che i medici occidentali sono fin troppo specializzati: magari ci sono chirurghi bravissimi per la mano sinistra, mentre da noi devono essere in grado di fare di tutto. Il secondo passo è il colloquio che avviene nella nostra sede a Milano, oppure via Skype, se sono stranieri, ovvero il 30% dei nostri espatriati. Infine, prima di partire viene fatto loro un briefing preparatorio».

La scrivania volante è online ogni settimana: leggi le altre puntate

Segui Adelaide su Twitter

come diventare una guida turistica in italia
CosmoJob
CONDIVIDI
Se sogni di diventare guida turistica, ecco tutto ciò che devi sapere!
Puoi goderti il patrimonio artistico italiano e guadagnare... Che combo!
lavorare nell'e commerce
CosmoJob
CONDIVIDI
Hai mai pensato di gestire un e-commerce? Potrebbe essere il lavoro giusto per te!
Mini guida per fare dello shopping online il tuo mestiere
social e lavoro
CosmoJob
CONDIVIDI
3 (+1) dritte per trovare lavoro grazie ai social
Non solo Linkedin, anche Instagram e Facebook possono essere il punto di partenza per il lavoro dei tuoi sogni
La scrivania volante
CosmoJob
CONDIVIDI
Se sei vittima di stalking sul luogo di lavoro puoi chiedere il licenziamento del tuo molestatore
Lo dice un accordo siglato tra le imprese e i sindacati: ecco come funziona
CosmoJob
CONDIVIDI
Come farsi trovare dai recruiter (i migliori sulla piazza, ovvio)
Vuoi distinguerti dalla massa dei potenziali candidati ideali per il lavoro dei tuoi sogni? Ecco le dritte per far brillare i tuoi talenti...
La scrivania volante
CosmoJob
CONDIVIDI
Impara a usare LinkedIn come in Olanda (e no, non serve per rimorchiare)
Se vuoi fare carriera e lavorare all'estero ti conviene prendere la piattaforma professionale più sul serio
CosmoJob
CONDIVIDI
6 argomenti tabù di cui dovresti parlare al lavoro
E sì, anche di soldi! Oggi affrontare con i colleghi certi temi non è più un problema, anzi, è un vantaggio
La scrivania volante: Se hai la passione per i viaggi trovare lavoro è più facile
CosmoJob
CONDIVIDI
Viaggiare per il mondo fa di te la candidata ideale per qualsiasi lavoro
Lo dice una ricerca: se sei in cerca di una scusa per partire di nuovo, eccoti servita
La scrivania volante: aria condizionata al lavoro come  fare con i colleghi
CosmoJob
CONDIVIDI
Come sopravvivere alla guerra dell'aria condizionata e lavorare felice
E no, mettersi d'accordo con i colleghi sul clima in ufficio non è facile (e se fa troppo freddo potresti essere meno produttiva)
La scrivania volante
CosmoJob
CONDIVIDI
Ottenere il riscatto gratuito della laurea non sarà facile, ma vale la pena provarci
Come funziona il riscatto della laurea e perché la campagna social #riscattalaurea ha così successo