Tutto sul test dell'Hiv

Arriva in farmacia un nuovo test di autodiagnosi che puoi fare a casa. Scopri anche come fare il test in ambulatorio

Più Popolare

La diagnosi precoce è fondamentale nei casi di contagio da Hiv. L'Istituto superiore di sanità ha stimato nel 2014 6.250 persone con l'infezione non diagnosticata e in generale si calcolano da 6.500 a 18.000 diagnosi tardive.

Fare il test non solo serve a prevenire il rischio di altre trasmissioni, ma anche a iniziare in tempo il trattamento delle terapie antiretrovirali.

Arriva l'autotest per l'Hiv che puoi fare a casa

Dal 1 dicembre è disponibile in farmacia il test di autodiagnosi dell'Hiv. Si può chiedere senza ricetta medica, ma solo se si è maggiorenni. Come si usa: per fare l'autotest è sufficiente prelevare il sangue dal polpastrello e occorro 15 minuti per il risultato. Quando farlo: prima di fare il test è necessario aver superato l'intervallo finestra, cioè quel tempo che va dal presunto contagio alla produzione di anticorpi che indicano la presenza del virus. Distribuito da Mylan, il test costa 20 euro.

Advertisement - Continue Reading Below

I test da fare in ambulatorio, in ospedale nei centri di prelievo accreditati

Il test di autodiagnosi può essere un primo passo da fare quando ritieni di aver avuto un rapporto a rischio, ricorda però che hai la possibilità di effettuare il test nella maggior parte delle strutture pubbliche dove è gratuito, spesso anche anonimo e volontario (nessuno può obbligarti a farlo).

Quale fare: Al momento ce ne sono 3. Spesso vengono eseguiti tutti per avere maggiore certezza del risultato. Il test Elisa: Rileva gli anticorpi anti-Hiv che si sviluppano solo a seguito dell'infezione. L'indicazione è di effettuare il test a un mese dal rapporto a rischio, periodo sufficiente a riscontrare il contagio nella quasi totalità dei casi. Se l'esito è negativo, l'indicazione è quella di ripetere il test a 3 mesi dal comportamento a rischio per un risultato definitivo. Il ComboTest: Oltre a individuare gli anticorpi anti-Hiv, è in grado di rilevare la presenza di una particolare proteina (l'antigene P24) che compare e aumenta dopo pochi giorni dal contagio. Il "periodo finestra" è in questo caso ridotto a un mese.
Il test salivare È il più veloce e in 20 minuti hai il risultato. Non richiede prelievi di sangue.

A CHI DEVI COMUNICARE L'EVENTUALE ESITO POSITIVO

Alle persone con le quali hai avuto rapporti di recente e a quelle con le quali inizi una nuova storia. Non ti devi sentire in obbligo di comunicare la tua condizione sul lavoro, ai medici o ai dentisti. È una tua libera scelta. Inoltre, la Legge 135/90 vieta al datore di lavoro lo svolgimento di indagini volte ad accertare lo stato di sieropositività all'Hiv. Se un'azienda ti chiede di eseguire il test puoi denunciare l'abuso.

Con la consulenza degli esperti della Lila (Lega italiana per la lotta contro l'Aids)

Prevenzione
CONDIVIDI
Oltre al cuore su Facebook, contro il tumore al seno fai prevenzione
È riapparso il messaggio del cuore rosso come status di FB per ricordare la prevenzione del tumore al seno: fai un controllo davvero
Prevenzione
CONDIVIDI
20 cose sui germi che devi sapere
Sentiamo spesso notizie allarmanti, e ci capita di essere nervose. Ecco alcune verità su virus e batteri
dormire bene con lui
Prevenzione
CONDIVIDI
Ecco come dormire da sogno insieme
Se condividere il letto con lui ti costa ore di sonno preziose (e non per il sesso!), prendi nota. Migliorerai anche la tua love story
Drunkorexia, abuso di alcool e disturbi alimentari
Prevenzione
CONDIVIDI
Cos'è la Drunkorexia: un preoccupante fenomeno che sta crescendo tra le giovani
Abbina disordini alimentari come rifiuto di cibo o comportamenti bulimici, con l'abuso di alcool
Prevenzione
CONDIVIDI
6 segnali poco noti che ti dicono che non dormi abbastanza
Perché se non riposi a sufficienza le borse sotto gli occhi non sono l'unico problema...
Meningite, i sintomi e il vaccino
Prevenzione
CONDIVIDI
Allarme meningite, dalla prevenzione, ai vaccini, alla cura
Sempre più casi di meningite in Italia. Ecco tutto quello che c'è da sapere per prevenire questa malattia e guarire
caffeina effetti collaterali nell'organismo
Prevenzione
CONDIVIDI
Caffeina: 5 effetti collaterali che non ti aspetti
Ecco cosa succede al tuo corpo quando bevi troppa caffeina, una sostanza eccitante contenuta nel caffè e nelle bevande energetiche
cibi e fitness per la pancia piatta
Prevenzione
CONDIVIDI
Tutto quello che puoi fare per avere la pancia piatta
Le dritte di alimentazione e fitness che ti garantiscono una pancia superpiatta e molto sexy
Prevenzione
CONDIVIDI
World AIDS Day: le regole che ti salvano la vita
6 messaggi forti da condividere, ispirati alle campagne per la lotta all'HIV e AIDS più creative in circolazione
Prevenzione
CONDIVIDI
Lui mi ha tradita e ora sono sieropositiva
Barbara, 35 anni, è sieropositiva da 11. Ha contratto l'Hiv dal fidanzato che ha fatto sesso non protetto con un'altra donna. Leggi la sua...