7 problemi che puoi capire quando hai il ciclo

Nei giorni delle mestruazioni piangi tutte le tue lacrime e sei arrabbiata con tutti. Vuoi stare sola, ma poi ti senti abbandonata. Leggi qui, perché la lista non è finita

Più Popolare
Advertisement - Continue Reading Below

Sono io o è il mio ciclo? Ce lo domandiamo sempre a ridosso dei giorni delle mestruazioni, quando ci trasformiamo in iene inferocite o frignose pappamolli. Sono sicura che la maggior parte delle donne di tutto il mondo sia d'accordo su una cosa: i giorni che precedono le mestruazioni sono una rottura immane, peggio poi durante il flusso, in cui alle alte maree psicologiche si abbinano pure i problemi tecnici su "dove mi cambio l'assorbente" e "quanti assorbenti metto in borsa" oppure la peggiore di tutte "ho finito gli assorbenti"!

Più Popolare

A parte rari casi, durante le mestruazioni, anche se abbiamo 20 anni ce ne sentiamo 60: ci sentiamo più stanche, i crampi alla pancia si fanno sentire, i dolori ai reni pure. Ah, e c'è pure il mal di testa...

E ci irrita tutto, pure il fidanzato gentile, che in quel momento diventa troppo gentile. E se osa contraddirci, lo spazziamo via con un urlo feroce. Non è così? Poi ci rendiamo conto da sole di aver esagerato, e ci ridiamo su.

Ecco, per continuare a fare ironia sui giorni del ciclo, leggete qui altre 7 situazioni che solo noi donne possiamo capire quando abbiamo il ciclo.

1. Il pianto improvviso. La sensibilità sensibilissima, nei giorni che precedono le mestruazioni. Lacrime, lacrime e lacrime, e senso di solitudine sono tipici. Prima vogliamo stare da sole e poi ci impanichiamo con la sindrome dell'abbandono. Ci sentiamo incomprese, abbiamo fallito su tutto, e tutto va come non dovrebbe andare.

2. Iperreagiamo e diventiamo incazzose. Guai a controbatterci o scatta la furia assassina.

3. Gestire il guardaroba è un incubo. La pancia si gonfia, saliamo sulla bilancia, e segna almeno 2 kg in più. Fuck, proprio oggi che devo mettere il tubino attillato. Di indossare qualcosa di chiaro, almeno per i primi giorni, non se ne parla proprio.

4. Solo noi donne sappiamo davvero che il ciclo non è solo quando si hanno le mestruazioni. Il ciclo dura 28 giorni, che va dalla fase psico-compulsiva delle mestruazioni, a quelle di euforia e leggerezza appena le mestruazioni finiscono e via l'assorbente. Ma dura poco, perché appena si entra in periodo ovulazione (dal 12 esimo al 17 esimo giorno) siamo di nuovo sensibili, ci irritiamo facilmente, le tette si gonfiano e siamo decisamente arrapate.

5. Se non lo segni in agenda rischi di dimenticartene. Succede nei giorni spensierati, quando le mestruazioni sono lontane e ce le siamo belle dimenticate, che combiniamo casini con le date. Situazione tipo: prenotiamo questo fantastico viaggio last minute, tra due mesi si parte per la Grecia, oleeeeè. Poi fai due conti ed eccole là: mestruazioni in calendario lo stesso giorno del volo aereo. WTF! Per non rischiare usa un'app per gestire il ciclo, qui ti suggeriamo le migliori.

6. Le mestruazioni sono anche fonte di forte ansia, e robe serie... C'è il mese in cui le aspettiamo con fervore, e manco un cenno di dolore. «Sono incinta o è solo un ritardo?». E l'ansia protrae il ritardo.

7. Viceversa ci sono i mesi in cui speriamo che le odiate mestruazioni non arrivino e invece splash! In questi casi la delusione è profonda se stai cercando di restare incinta: niente ovulo fecondato, niente bimbo in arrivo, niente famiglia, non sarò mai mamma, tutte mamme tranne me, sono una fallita, etc, etc... Benvenuta nel club della paranoia. Nel dubbio comunque puoi fare un controllo sulla fertilità, tua e del tuo compagno, prenotando una visita dal ginecologo.

Una certezza c'è: le mestruazioni dobbiamo tenercele per circa 30/40 anni. Sono circa 400/500 cicli nell'arco della vita ma tranquilla, quando arriva la menopausa sarà tutto finito... wow, che fortuna!

Al San Camillo di Roma assumono solo ginecologi non obiettori per un'équipe che fa aborti. Se poi, una volta assunti, dovessero dichiararsi obiettori, saranno licenziati o spostati.
Ginecologia
CONDIVIDI
Aborto: a Roma un ospedale assume solo ginecologi non obiettori
Al San Camillo di Roma assumono solo ginecologi non obiettori. Se poi si rifiuteranno di praticare aborti, rischieranno il licenziamento
spotting
Ginecologia
CONDIVIDI
Che cosa si nasconde dietro lo spotting
L'esperta ti spiega che cos'è è lo spotting e quali patologie può nascondere
eiaculazione rpecoce
Ginecologia
CONDIVIDI
L'eiaculazione precoce è un disturbo molto diffuso. Ecco come aiutare il tuo compagno a superarlo
Terrorizza i maschi, ma ci sono soluzioni efficaci per combattere l'eiaculazione precoce. Leggi qui!
cistite, sintomi e rimedi
Ginecologia
CONDIVIDI
Tutto sulla cistite: sintomi e rimedi
Tutto quello che devi sapere sulla cistite per guarire e non ricaderci più
domande e risposte di ginecologia
Ginecologia
CONDIVIDI
Hai dubbi sulla minipillola? Le risposte dell'esperta alle domande più frequenti sulla salute intima
Ecco come individuare e risolvere i disturbi più comuni che riguardano la tua salute intima
perdite marroni
Ginecologia
CONDIVIDI
Perdite marroni: individua sintomi, cause e soluzioni
Tutto quello che devi sapere sulle perdite marroni di sangue
Ginecologia
CONDIVIDI
60 domande imbarazzanti sul sesso che non hai mai osato fare al tuo ginecologo
Cosmo risponde a tutte le tue domande, e senza girarci intorno!
secchezza vaginale
Ginecologia
CONDIVIDI
Secchezza vaginale, tutto quello che puoi fare per contrastarla ed eliminarla
La secchezza vaginale può essere un grosso problema nella relazione, perché non consente di vivere una vita sessuale serena. Ecco le cause...
prolattina alta, sintomi, cause e cure.jpg
Ginecologia
CONDIVIDI
Prolattina alta: tutto quello che significa dal punto di vista della salute, sintomi e cure
Tutto quello che devi sapere se scopri di avere la prolattina alta
Ginecologia
CONDIVIDI
Tutto quello che devi sapere sullo spotting
Hai un problema di spotting? Scopri con l'aiuto della specialista cosa c'è dietro queste piccole perdite marroni tra un ciclo e l'altro